Batailles des reines

In Valle d’ Aosta le “reines” sono i rappresentanti più battaglieri della razza pezzata nera e castana, quelli che animano le lotte all’interno delle mandrie. caratteristiche morfologiche che le distinguono dalle compagne: corporatura possente e muscolosa, fronte larga dotata di corna robuste, orientate normalmente in avanti. I combattimenti tra queste avvengono spontaneamente durante la mescolanza all’interno di una stessa mandria o di più mandrie come in occasione della salita in alpeggio. Sono loro stesse che scelgono l’avversaria ed il momento più propizio per l’ “attacco”.

Le “batailles programmate” sono invece organizzate dall’Association Régionale Amis Batailles de Reines mediante concorsi pubblici ad eliminazione diretta, su di un’area appositamente scelta ed adeguata e contro un’avversaria assegnata a sorteggio. A Pont-Saint-Martin la manifestazione si svolge ogni due anni in località Cascine. Le concorrenti meglio classificate sono ammesse a partecipare al concorso finale regionale per l’assegnazione del titolo di “reina delle reines” di ogni categoria.

Fiera di Sant’Orso

La Fiera di Sant’Orso è per prima cosa una grande manifestazione popolare, un inno alla creatività e all’industriosità delle genti di montagna. Ogni anno, il 30 e il 31 gennaio, un migliaio di espositori, tra artisti ed artigiani valdostani, presentano con orgoglio e legittima soddisfazione i frutti del loro lavoro, svolto come hobby o come vera e propria attività produttiva, sempre però di stampo prettamente artigianale. Sono presenti tutte le attività tradizionali: scultura ed intaglio su legno, lavorazione della pietra ollare, del ferro battuto e del cuoio, tessitura del “drap“, stoffa in lana lavorata su antichi telai in legno, e poi merletti, vimini, oggetti per la casa, scale in legno, botti

Racconti leggendari narrano che tutto ha avuto inizio proprio di fronte la Chiesa dove Sant’Orso, vissuto anteriormente al IX secolo, sarebbe stato solito distribuire ai poveri indumenti e “sabot“, tipiche calzature in legno ancor’oggi presentate alla Fiera. Adesso è tutto il centro cittadino ad essere coinvolto nella manifestazione, all’interno e a fianco della cinta muraria romana. La Fiera è anche musica, folklore e occasione di degustazioni gastronomiche di vini e prodotti tipici, con una vera e propria festa popolare, che trova il momento “clou” nella “Veillà“, la veglia nella notte fra il 30 e 31 gennaio, con le vie illuminate e piene di gente fino all’alba. La visita alla Fiera di Sant’Orso è un’esperienza unica, indimenticabile, veramente da non perdere e da vivere con intensa partecipazione emotiva.

Festa del lardo

L’ultimo fine settimana di agosto si festeggia ad Arnad la “Féhta dou lar” , una tradizione che si ripete da quasi trent’anni e richiama migliaia di turisti. La “Sagra del lardo”, è l’occasione ideale per degustare il famoso “Valle d’Aosta lardo di Arnad DOP”, unitamente ai piatti tipici ad esso legati.

La festa si svolge in località la Keya, in una radura che ospita piccoli chalet in legno, decorati per l’evento  con fiori e panni di canapa ricamati. Uno scenario invitante ma soprattutto goloso, dove il lardo, grande protagonista delle tavole valdostane, può esprimere al meglio le sue peculiarità organolettiche. Il piacevole sapore di questo salume ricorda le erbe usate per la sua preparazione: ogni fetta è bianca al taglio, con un possibile strato di carne e un cuore leggermente rosato. Il suo processo di produzione, affinato negli anni e tramandato per generazioni, contribuisce a conferire al prodotto caratteristiche uniche.

Durante la festa, i produttori locali offrono ai visitatori assaggi non soltanto del prezioso lardo, ma anche di altri prodotti tipici quali vini, formaggi e dolci. Da alcuni anni si svolgono anche dei laboratori del gusto che consentono ai visitatori di approfondire la conoscenza dei prodotti e di assaporarli nei loro abbinamenti ideali.

San Lorenzo

Ad agosto la festa del Santo patrono di Pont Saint-Martin riunisce la popolazione e i turisti nell’area dei giardini pubblici, dove si mangia e si balla per diversi giorni. La festa inizia con la classica gara podistica del “Miglio del Centro storico“, organizzata dall’Atletica Pont-Donnaz su un percorso che si snoda tra Piazza IV Novembre e Piazza Primo Maggio, attraversando il millenario ponte romano e il borgo. Continua nei giorni successivi con la Corsa delle Bighe in versione estiva e con numerose cene nell’area dei Giardini Pubblici. L’appuntamento gastronomico più atteso, ormai confermatosi negli anni, è la “cena del bue allo spiedo”.

Castagnata

La castagna valdostana, un prodotto di piccole dimensioni ma di grande qualità, è straordinariamente gustosa e riveste da sempre un ruolo molto importante nella gastronomia locale. Si trova soprattutto nella zona compresa tra Châtillon e Pont-Saint-Martin e all’imbocco della Valle del Lys, dove si concentra l’80% dei castagneti della regione. Fra ottobre e novembre si svolge a Pont-Saint-Martin la tradizionale castagnata, nell’ambito della quale si svolge anche una cronoscalata da Pont-Saint-Martin ad Ivery.

Organizzata dalla Pro Loco in collaborazione con l’Atletica Pont-Donnaz, la giornata si svolge solitamente con un pranzo tipico in cui la castagna è sempre presente e una gara di caldarroste, da noi dette “brusatà”, nella quale i concorrenti gareggiano nella cottura delle castagne. Una giuria stila la classifica che vede il vincitore premiato con una “castagna d’oro“. La giornata è allietata da gruppi musicali e per l’occasione vengono allestiti stand con l’esposizione di castagne locali, mosto, dolci a base di castagne e molti altri prodotti tipici.

Festa delle Cascine

Ogni anno è la tradizionale Feste delle Cascine di Pont-Saint-Martin ad aprire la stagione delle sagre enogastronomiche in Valle d’Aosta. Nell’omonima località vicino all’area industriale sono allestiti gli stand e le tensostrutture che ospitano la festa, organizzata dal comitato locale: serate danzanti, gare di “belote” e grigliate di carni e salumi attirano a questa festa, una delle prime della stagione estiva (solitamente la seconda domenica di maggio), un folto pubblico. Da alcuni anni il comitato, nei giorni della festa, organizza la “corsa delle galline” e l’albero della cuccagna.

Fiera di San Martino

Nel mese di ottobre un appuntamento tradizionale per Pont-Saint-Martin è la fiera del bestiame. La via centrale di Pont-Saint-Martin e le due piazze ospitano il mercato, mentre la fiera del bestiame viene collocata a inizio del paese.

Saveurs en fête

Da diversi anni a Pont Saint Martin, a giugno, si svolge la tradizionale Saveurs en fête, appuntamento enogastronomico e festa di paese, per promuovere i sapori della tradizione.

La manifestazione, organizzata dall’Amministrazione comunale, si svolge in due giornate. Il sabato sera, la Pro Loco locale e i rioni dello storico carnevale allestiscono nella centrale Via Emile Chanoux una lunga tavolata dove si possono gustare diversi piatti della cucina valdostana, accompagnati dalla musica. Alla domenica, una carrellata di sport estremi e il mercato di prodotti tipici e artigianato locale, con complessi musicali itineranti, concludono la manifestazione.

Testi e informazioni tratti da Love VDA, il sito ufficiale del turismo in Valle d’Aosta.